Prodotti Biodegradabili 07 Agosto 2014 Sara Pozzuto

Bagnoschiuma e shampoo nautico, come scegliere nel rispetto dell' ambiente. Featured

Rate this item
(0 votes)

 

Scegliere prodotti biologici perfetti

I consigli per capire come lavarsi in barca facendo attenzione a salute personale e rispetto per l’ambiente.

 

Ma che bella la vacanza in barca: il mare, l’avventura, le soste nei porti, i tuffi continui e poi a fine giornata una bella doccia… hai portato con te uno shampoo ecologico e un bagnoschiuma senza schiuma, apposito per la nautica vero? No, bagnoschiuma senza schiuma non è un gioco di parole, ma un prodotto fondamentale per rispettare l’ambiente marino e la propria pelle.

Poco importa che tu vada a fare un weekend in barca o che tu sia un lupo di mare che conosce perfettamente i segreti dell’arte nautica: prima o poi ti farai la doccia sul pontile o in coperta dopo una giornata di tuffi e virate, attracchi e soste nel mezzo del mare. E l’acqua insaponata che utilizzerai per la doccia sarà scaricata nei nostri mari.

Prima di levare gli ormeggi e perderti nelle meraviglie del mare blu quindi, meglio pensare con calma ai dettagli piccoli ma importanti, quelli che poi quando devi fare la valigia ti fanno perdere tempo prezioso. Trovare uno shampoo eco sostenibile per la nautica, che sia anche in grado di lasciare i capelli morbidi risulta fondamentale quando bisogna passare molto tempo in barca e lasciare quindi i propri scarichi nei nostri meravigliosi mari e oceani.

 Sia che si parta con amici che in famiglia, meglio non lasciare al caso una scelta importante per il proprio benessere e per l’ambiente. Per fare la scelta giusta ecco venire in tuo soccorso un breve approfondimento per fare scelte consapevoli e trovare i prodotti biologici per la nautica perfetti per le tue esigenze.

Come scegliere i prodotti biologici perfetti per la tua igiene personale in barca

Se non hai mai sentito parlare di shampoo per la nautica e ti aspetta una vacanza marinaresca, non farti prendere alla sprovvista. Ecco gli elementi da guardare per scegliere il prodotto perfetto, sia esso uno shampoo naturale o un bagnoschiuma biologico. Lo shampoo o il bagnoschiuma nautico è quindi quel prodotto che non solo renderà tuoi capelli splendidi nonostante lo stress estivo dato dai lavaggi frequenti, ma che ti eviterà multe e sensi di colpa perché rispettoso dell’ambiente.

Le caratteristiche dei prodotti biologici a cui fare attenzione sono diverse. Se hai già cercato senza successo “bagnoschiuma per barca e shampoo per barca”,  di seguito trovi i due elementi fondamentali a cui fare attenzione per scegliere con tranquillità il prodotto ideale per te e per l’ambiente da usare durante la tua vacanza in barca. Shampoo e bagnoschiuma sono prodotti importanti perché entrano direttamente e quotidianamente a contatto col nostro corpo, soprattutto durante una vacanza in barca dove il rapporto col mare diventa costante e resistere alla tentazione di un tuffo è impossibile.

Basso potere schiumogeno senza tensioattivi

 

Tanti  prodotti che utilizziamo quotidianamente per la nostra igiene personale fanno moltissima schiuma. Se ancora pensi che la presenza di questo elemento sia sintomo di qualità, forse è necessario fare un po’ di chiarezza.La sensazione iniziale è piacevole perché la schiuma ci ricorda la risacca del mare, ci fa stare bene con la sua morbidezza e diciamolo senza vergogna: giocare con le bolle di sapone è divertente anche da grandi.Eppure la schiuma non indica la qualità del prodotto, anzi più lo shampoo che stiamo usando ne produce durante il lavaggio, più è probabile che si tratti di un prodotto molto aggressivo per il nostro cuoio capelluto.

Le sostanze tensioattive sono quelle che, grazie alla loro composizione chimica, riescono a sciogliere lo sporco grasso rendendo la fase del risciacquo più semplice. Il problema è che questa capacità in apparenza utile, si accompagna anche ad una certa aggressività. Più un prodotto fa schiuma più vuol dire che le sostanze tensioattive sono concentrate. Il nostro cuoio capelluto è delicato ed è coperto da una pellicola sebacea in grado di proteggere i capelli dalle aggressioni esterne. Se usiamo sostanze molto schiumose stiamo praticamente contribuendo ad aggredire e quindi indebolire il nostro cuoio capelluto.

Per fortuna riconoscere queste sostanze e verificarne la concentrazione nei prodotti che acquistiamo è più semplice di quello che sembra. ,E poi diciamolo la schiuma sarà anche divertente ma provoca arrossamento agli occhi, irritazioni della cute, screpolature e spesso secchezza del capello. Altro che morbidezza e sensazione di benessere.

Gli ingredienti del benessere: cosa è l’INCI e come leggerlo

 

Se scegliere prodotti naturali o per la nautica, ti appassiona e hai a cuore la salute della tua pelle e dell’ambiente, saprai già che l’acronimo INCI sta per: International Nomenclature of Cosmetic Ingredients. In altre parole una vera e propria lista di ingredienti che ci permette di capire “cosa ci stiamo mettendo in testa” o addosso. Non c’è bisogno di State quindi cercando uno shampoo marino biologico e un bagnoschiuma senza schiuma e quindi i migliori prodotti naturali per la pulizia personale, meglio guardare con attenzione le etichette.

 Non è possibile imparare a memoria tutte le sigle dei componenti usati per i prodotti destinati all’igiene personale, ma sicuramente possiamo stabilire alcuni punti fermi.

 Due le principali sigle di tensioattivi da memorizzare:

  • SLS: Sodium Lauryl Sulfate
  • SLES: Sodium Laureth Sulfate

 

Non sono cancerogeni, ma come si suol dire che “se li conosci li eviti”. A SLS e SLES sono preferibili i loro cugini naturali, prodotti delicati col nostro cuoio capelluto che sono composti da tensioattivi di origine vegetale creati con materie prime biologiche che non contengono allergeni o altre sostanze sintetiche e puliscono perfettamente evitando di aggredire e indebolire il cuoio capelluto. Un esempio sono le sostanze ricavate dall'olio di oliva come il Sodium Olivamphocetate o quelle ottenute dallo zucchero o dall'olio di cocco come il Sodium Cocoyl Sarcosinate o il Coco Glucoside. Insomma, anche se per leggere l’INCI bisogna aguzzare la vista, basta imparare a distinguere le sigle principali. Altre sostanze da evitare leggendo con attenzione l’INCI

  • Petrolati: sostanze di derivazione petrolifera
  • Siliconi come ad esempio: dimethicone amodimethicone cyclomethicone, cyclopentasiloxanenon. Sono sostanze che danno l’impressione di idratazione ma che invece ingrassano i capelli e non sono dermocompatibili.
  • Conservanti, tra i quali rientrano anche i tensioattivi di cui sopra.
  • Paraffina

Inoltre l’INCI è internazionale, come il linguaggio scientifico e quindi chimico. Per cui sarai sempre in grado di destreggiarti tra gli scaffali dei prodotti ovunque tu sia. Certo, il consiglio è scegliere prima della partenza e acquistare i prodotti migliori comodamente da casa .

 

Ora sei in grado di scegliere i prodotti di igiene per la nautica o per la casa ideali: delicati con la pelle, con i tuoi capelli e rispettosi dell’ambiente, così potrai seguire la tua rotta col sorriso.

Visita lo SHOP

Read 172 times
Last modified on 28 Settembre 2018

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.